When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

Midlake — The Courage Of Others

Artista: Mid­lake
Album: The Courage of Oth­ers
Anno: 2010
Label: Rough Trade

Scar­ica l’album: Midlake - The Courage of Others
Mid­lake — The Courage of Others

Per voi inter­nauti fre­quen­ta­tori di Beat­bear mi sto pro­prio vio­len­tando. Invece di recen­sire qualche album oscuro dei Front 242 o sem­plice­mente i Names, mi metto ad ascoltare l’album appena uscito dei Mid­lake, gruppo indie rock for­matosi nel 1999 a Den­ton nel Texas.

Sapete cosa sig­nifica? Entrare in con­tatto con sonorità che uno come me (a parole) ritiene vec­chie e stantie. E invece poi il suono dei Mid­lake mi ha cat­turato e mi sono com­mosso. Questo nuovo The courage of oth­ers (uscito in Europa a feb­braio 2010 per Rough Trade) è un tuffo in suoni di altri tempi e con­tem­po­ranea­mente di ora, di adesso. Sono io fuori dal mondo!

Come è pos­si­bile non com­muoversi davanti a brani come “Acts of men” e  ancora di più “Win­ter dies”? Win­ter dies!!! Foreste, sen­tieri, erba, mus­chio, una per­sona che mi guarda da lon­tano. Cosa hanno nella testa? Chi­tarre accarez­zate, come un Neil Young addol­cito, come Crosby Stills Nash e Young al meglio delle loro corde artis­tiche. “Small moun­tain” è del­i­cata, lenta, piena di chi­tarre ed esalta la voce di Tim Smith (mi ricorda in qual­cosa la voce di Ian Ander­son). Il folk rock di “Core of nature” è triste e del­i­cato e chiama alla rif­les­sione. Di tanto in tanto l’accostamento con i Fleet Foxes è nat­u­rale, ma sec­ondo me sono meglio. In “For­tune” c’è tutta la west coast che un quar­an­tenne può sognare con nos­tal­gia e un ven­tenne con curiosità e voglia di abbrac­ciare qual­cuno. Flauti e cam­pan­elli in “Rulers, rul­ing all things”, con canto e con­tro­canto affasci­nante, poi si apre il ritor­nello e prende aria. Bellissima.

“Bring down” è una clas­sica bal­lata dove le chi­tarre acus­tiche bal­lano tra di loro e ogni tanto l’elettrica si sovrap­pone, altret­tanto suc­cede nella can­zone che dà titolo al disco. Non c’è psichedelia, almeno non più. C’è un amore per la magia della musica che trovo com­movente. E’ musica per una ser­ata d’inverno, per guardare fuori e sor­rid­ere pen­sando “Ora esco”. Fatemi sapere cosa ne pen­sate, amici innamorati del rock.

The Courage of Oth­ers
Track­list

01 “Acts Of Man“
02 “Win­ter Dies“
03 “Small Moun­tain“
04 “Core Of Nature“
05 “For­tune“
06 “Rulers, Rul­ing All Things“
07 “Chil­dren Of The Grounds“
08 “Bring Down“
09 “The Horn“
10 “The Courage Of Oth­ers“
11 “In The Ground

0
3
  • http://www.facebook.com/profile.php?id=1487270900 Francesco Belli

    Mi fai pro­prio venire voglia di ascoltarlo, bravo Luigi! Ciao, alla prossima recensione..

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=1487270900 Francesco Belli

    Appena com­prati dal link itunes di Beat­bear! Il disco non è male ma da te non me lo sarei mai aspettato!

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=1487270900 Francesco Belli

    i mid­lake rie­vo­cano molto il folk inglese fine anni 60 ed a tratti ci risento anche il primo pro­gres­sive… non male!